Truffa RC auto, come difendersi dalle false assicurazioni

Dilaga, soprattutto online, la proposta di false RC auto che offrono finte coperture assicurative a prezzi molto bassi, così attraendo i consumatori che finiscono col cadere nella trappola. L’abilità dei truffatori sta nello sfruttare la ricerca di risparmio da parte degli automobilisti che, a causa delle tariffe assicurative sempre più elevate, finiscono per scegliere la cifra minore senza verificare la reale esistenza dell’assicurazione.

La telefonata del finto assicuratore

Come dimostrano le segnalazioni giunte ai nostri sportelli, numerosi automobilisti, alla ricerca di un’assicurazione auto vantaggiosa, incappano in alcuni siti internet e, dopo essersi registrati, ricevono una telefonata da un numero fisso. A quel punto una persona che si presenta come un assicuratore di una grande compagnia spiega che l’offerta in questione è in scadenza e ha bisogno di un’eventuale conferma nel giro di poche ore. I malcapitati, allettati dalla particolare economicità dell’offerta, decidono così di accettare e, una volta inviato il denaro su una carta prepagata (i cui dati sono stati inviati dall’assicuratore), ricevono via mail tutta la documentazione con tanto di carta intestata ufficiale.

Cosa si rischia se la propria RC auto è falsa

Gli automobilisti truffati viaggiano tranquillamente fino a quando, magari ad un controllo stradale, ricevono una multa per la mancata assicurazione del proprio veicolo. Una volta contattata la compagnia assicurativa per ricevere chiarimenti, appare ormai chiaro che non esiste alcun contratto con la compagnia reale e che si è stati quindi vittima di una truffa.  E’ inoltre fondamentale sapere che, nel caso stipuliamo, seppur a nostra insaputa, un’assicurazione falsa, il rischio al quale andiamo incontro è enorme: in caso d’incidente, infatti, non solo saremo chiamati a rimborsare l’intero danno, ma saremo anche passibili di reato penale.

Come capire se un’assicurazione è falsa

Per non finire nei guai, è allora importante saper riconoscere un’assicurazione falsa. Ecco come fare:

  • In primo luogo, è bene verificare sul sito IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), la lista delle compagnie italiane ed estere ammesse ad operare in Italia e l’elenco degli avvisi relativi ai casi di contraffazione o di società non autorizzate attraverso il link: ivass.it/consumatori/proteggi/index.html
  • verificare che la compagnia assicurativa scelta per il nostro veicolo sia regolarmente iscritta al Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi;
  • le compagnie di assicurazione auto sono tenute a riportare sul loro sito internet i propri contatti (numero di telefono, PEC, numero di iscrizione al Rui, sede legale) qualora questi dati siano incompleti o assenti sarà meglio diffidare;
  • nessuna, e ripetiamo nessuna, compagnia assicurativa vi chiederà mai di pagare per la vostra assicurazione attraverso il versamento di denaro su carte prepagate.

Cosa fare se si è vittima di una truffa assicurativa

Nel caso in cui si cada vittima di un’assicurazione falsa, la denuncia alle autorità è il primo passaggio necessario per provare ad arginare il fenomeno. HAI BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO? SCRIVICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *