L’Ente Microcredito ampia i beneficiari per accedere a prestiti agevolato, ecco come fare

Importanti novità per coloro che hanno necessità di ottenere un prestito per l’apertura o la gestione della propria attività. Il microcredito è uno strumento che ha lo scopo di rispondere alle esigenze di inclusione finanziaria e sociale di coloro che presentano difficoltà di accesso al credito tradizionale. L’Ente nazionale per il Microcredito ha infatti modificato, a decorrere dal 12 gennaio 2024, alcuni precedenti paletti che limitavano l’accesso a tale beneficio. In sintesi possono beneficare di tale strumento le ditte individuali, le società di persone e quelle di capitali, comprese le Srl ordinarie (oltre che le Srls), senza limite di tempo da quando hanno attivato la partita Iva o quando sono state costituite.

Vengono cancellati anche i limiti dimensionali riguardanti l’attivo patrimoniale, i ricavi lordi e l’indebitamento. Gli importi che si possono richiedere passano dai precedenti 40 mila euro a 75 mila euro e fino a 100 mila per le Srl ordinarie. La copertura che l’Ente Nazionale per il Microcredito concede alle banche affinchè l’operazione vada a buon fine è pari all’80% del credito per importi fino a 50 mila e del 60% per importi superiori.

La durata massima del finanziamento viene aumentata ad un massimo di 10 anni. Per accedere a tali opportunità L’Ente Nazionale per il Microcredito ha sottoscritto delle convenzioni con alcune specifiche banche presenti sul territorio e solo tramite questi soggetti è possibile presentare la pratica. Ad affiancare i soggetti che vogliono presentare la domanda è presente la figura del tutor accreditato dall’Ente Nazionale per il Microcredito.

Come osserva il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Umbria Avv. Damiano Marinelli il microcredito è uno strumento finanziario che ha lo scopo di rispondere alle esigenze di inclusione finanziaria e sociale di coloro che presentano difficoltà di accesso al credito tradizionale. Non si tratta semplicemente di un prestito di piccolo importo, ma di un’offerta integrata di servizi finanziari e non finanziari. Ciò che contraddistingue il microcredito dal credito ordinario è l’attenzione alla persona, che si traduce con l’accoglienza, l’ascolto e il sostegno ai beneficiari dalla fase pre-erogazione a quella post-erogazione, nonché la particolare attenzione prestata alla validità e alla sostenibilità del progetto imprenditoriale.

Ulteriori informazioni sono reperibili grazie al nostro Sportello informazioni sul microcredito gestito dal Dott. Roberto Tanganelli Tutor Microcredito – info@consumatoriumbria.it

 

https://www.perugiatoday.it/rubriche/l-angolo-del-consumatore-l-ente-microcredito-ampia-i-beneficiari-per-accedere-a-prestiti-agevolato-ecco-come-fare.html