Riappropriamoci dell'amore per la lettura !!

Forum Creatività e cultura Riappropriamoci dell'amore per la lettura !!

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Marta 5 anni, 4 mesi fa.

  • Post
  • silviad87
    Partecipante

    In un’epoca come questa dominata dall’utilizzo continuo di apparecchi tecnologici di ogni genere e dai ritmi super veloci dettati spesso proprio da questi “marchingegni, ritengo che occorrerebbe fermarsi un attimo, e riflettere sull’assoluta necessità di ricominciare a dedicarci alla LETTURA…. un’attività “lenta” e probabilmente per questo oggi snobbata da tanti… ma essenziale per formazione della persona e della sua cultura, intesa anche quale bagaglio di conoscenza dei sentimenti umani.
    In questo senso, sarebbe dunque importante diffondere la passione per i libri a tutte le età, dai bambini agli anziani, ed in particolare tra i giovani, al fine di ampliare le loro capacità creative, utili per accedere più agevolmente nel mondo del lavoro, o più semplicemente per un proprio arricchimento personale.
    In vista di ciò, sarebbe poi importante creare delle occasioni di incontro e di scambio sul tema, sfruttando in maniera razionale la tecnologia ed i social network, divenuti strumento fondamentale anche per la divulgazione della cultura.

    4
Stai vedendo 7 repliche - dal 1 al 7 (di 7 totali)
  • Replies
  • Giuseppe T
    Partecipante

    E anche rendere le biblioteche luoghi di aggregazione e attività, non per ragnatele..
    Ottime le attività ad esempio della biblioteca multimediale per ragazzi di Perugia!

    1
    Gioia
    Partecipante

    La lettura è sopratutto il tempo dedicato alla lettura, in una cultura fast come la nostra è considerata una perdita di tempo, e così non si è più in grado di capire..

    0
    Andrea
    Partecipante

    Mi trovo molto d’accordo sulla riflessione fatta. In merito suggerisco il potenziamento delle iniziative legate al c.d. book crossing, ovvero lo scambio gratuito di libri; scambio inteso non solo in senso fisico, ma anche come forma di condivisione di idee, impressioni,emozioni. In diversi Comuni d’Italia, tra cui il mio, si stanno avviando o consolidando iniziative volte al riutilizzo delle vecchie cabine telefoniche cadute in disuso come bibliocabine, ovvero come punto di raccolta e scambio gratuito di libri; un modo originale ed un po ‘vintage’ per accrescere l’amore per la lettura, troppo spesso considerata una attivitasolitaria ma che, invece, attraverso i giusti strumenti, puo diventare anche forma di aggregazione sociale

    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 7 mesi fa da  Andrea.
    1
    nicoletta gasbarrone
    Partecipante

    Sarebbe interessante riuscire a trasformare le biblioteche in luoghi aperti, di scambio e di aggregzione, valorizzando anche il lavoro e le competenze delle numerose associazioni locali.I comuni tuttavia non dovrebbero delegare tutto all’attività volontaria ma trovare le risorse per garantire un alto livello della proposta culturale rivolta alla cittadinanza.

    0
    Massimiliano Sangro
    Partecipante

    La prima opera di “proselitismo” verso l’amore per la lettura avviene (rectius: dovrebbe avvenire) a scuola; con dei validi insegnanti in grado di instillare nei bambini/ragazzi questa crescita interiore, si riesce già a compiere metà del lavoro. Poi altro ruolo decisivo lo dovrebbero svolgere le istituzioni (soprattutto locali), ingenerando una interconnessione locale fra i luoghi che generano cultura: perché non prevedere, ad es., agevolazioni economiche fra i frequentatori di musei e mostre e quelli delle biblioteche pubbliche e delle librerie, favorendo un interscambio osmotico fra due mondi contigui e per certi versi connaturati?

    0
    tamaratru
    Partecipante

    Ottima riflessione, nel mio contesto abbiamo una biblioteca comunale (Bastia Umbra ) che svolge anche attività di promozione sociale anche per i più piccoli. È importante imparare a leggere davvero alle nuove generazioni perché niente apre la mente come un libro. In un epoca di tecnologia può sembrare anacronistico destinate risorse alle biblioteche ma invece oggi più che mai dobbiamo spingere i ragazzi a leggere o ci troveremo con nuove generazioni non più in grado di comprendere veramente un testo scritto.

    0
    Marta
    Partecipante

    Sono fermamente convinta che la lettura rappresenti un viaggio estremamente low cost…. Viaggio mentale e volendo anche fisico, alla scoperta di storie, personaggi luoghi e pensieri. Qualora la tecnologia la renda più appetibile ad una generazione poco incline al formato cartaceo , ben venga l’utilizzo di ebook e strumenti simili che con un semplice click ci danno l’opportunità di avere una biblioteca fornita in qualche giga di memoria.

    0
Stai vedendo 7 repliche - dal 1 al 7 (di 7 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.