QUADRO DI VALUTAZIONE CONSUMATORI 2017 AL VIA NELL’U.E.

EU-Focus-The-European-Union-and-the-United-States-612x336-e1378762814352

Pubblicato il Quadro di Valutazione U.E. delle condizioni del consumatori 2017. E l’UNC, in quanto associazione notificata presso la Commissione Europea, si rende portavoce dei principali punti emersi. A fronte di un numero, sempre crescente, di consumatori che effettuano acquisti on line anche da altri paesi dell’UE, restano comunque delle forti resistenze. Tra le principali: il timore d’incorrere in frodi e in mancati pagamenti, di non sapersi districare con le normative di diversa matrice con particolare riguardo per quelle di carattere fiscale, contrattuale e a tutela dei consumatori. Ma qualcosa si sta muovendo per aumentare il livello di consapevolezza dei diritti dei consumatori, e la conseguente fiducia in un mercato sempre più aperto. “La mia priorità – ha dichiarato la Commissaria Jourova – è stata di migliorare la fiducia nel mercato unico digitale. Oggi i consumatori possono avvalersi di una procedura rapida per recuperare il loro denaro se qualcosa va storto, anche quando acquistano da un altro paese”. Margini di miglioramento si rilevano anche per quanto riguarda la velocità di trattamento dei reclami. Per questo motivo, a partire dal 14.07.2017, la Commissione ha migliorato il procedimento per le controversie di modesta entità, che ora consente ai consumatori di beneficiare di una procedura accelerata online per le richieste di importi non superiori a 5000 €. La Commissione sta inoltre promuovendo la risoluzione extragiudiziale delle controversie attraverso la piattaforma per la risoluzione online delle controversie. “Procedure quelle dell’A.D.R. (Alternative Dispute Resolution) che anche noi, come UNC, stiamo promuovendo in ambito nazionale perchè crediamo che quella sia la chiave di volta del pianeta giustizia”.

 

                                                                                              Avv. Damiano Marinelli

(Presidente U.N.C. Umbria)

Per approfondimenti:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-2109_it.htm

http://europa.eu/youreurope/business/sell-abroad/resolving-disputes/small-claims/index_it.htm