Speciale Auto a noleggio

car-456804_640

Spe­cia­le Auto a no­leg­gio

Dove no­leg­gia­re un’au­to? Come sce­glier­la? A cosa fare at­ten­zio­ne nel con­trat­to? Come ri­con­se­gnar­la? Sono al­cu­ne delle do­man­de alle quali ri­spon­de il no­stro spe­cia­le sul­l’au­to­no­leg­gio, cu­ra­to dal­l’e­sper­to di au­to­mo­ti­ve del­l’as­so­cia­zio­ne Raf­fae­le Ca­rac­cio­lo.

“Il set­to­re è molto ampio e va­rie­ga­to -spie­ga l’e­sper­to- e di­stri­car­si tra le varie of­fer­te non è fa­ci­le, per que­sto mo­ti­vo ab­bia­mo pen­sa­to di rea­liz­za­re, in que­sto pe­rio­do di par­ten­ze, un’u­ti­le guida, di­vi­sa in tre parti de­di­ca­te: la prima alla pre­no­ta­zio­ne e alla re­la­zio­ne con­trat­tua­le, la se­con­da alle fasi di ri­ti­ro, uti­liz­zo e ri­con­se­gna del­l’au­to e in­fi­ne la terza su come evi­ta­re brut­te sor­pre­se al rien­tro”.

1) No­leg­gio: la pre­no­ta­zio­ne e il con­trat­to

2) No­leg­gio senza ri­schi (il ri­ti­ro – l’u­ti­liz­zo – la ri­con­se­gna)

3) No­leg­gio: come evi­ta­re sor­pre­se al rien­tro

In ge­ne­ra­le, pos­sia­mo dire che, in fase di pre­no­ta­zio­ne è bene con­fron­ta­re le ta­rif­fe su In­ter­net e sce­glie­re un’au­to con­for­me alle pro­prie esi­gen­ze, ri­cor­dan­do che le auto più pic­co­le e di mi­no­re ci­lin­dra­ta co­sta­no e con­su­ma­no di meno. Se ser­vo­no seg­gio­li­ni, ca­te­ne, na­vi­ga­to­re o altri op­tio­nal va­lu­ta­te se por­tar­li da casa per­ché no­leg­giar­li con l’au­to com­por­ta un au­men­to del prez­zo non in­dif­fe­ren­te; non ri­spar­mia­te in­ve­ce sul­l’as­si­cu­ra­zio­ne che vi tu­te­le­rà in caso di pro­ble­mi: la vet­tu­ra è co­per­ta da as­si­cu­ra­zio­ne RCA e Kasko, ma siete re­spon­sa­bi­li per even­tua­li danni che ec­ce­do­no la fran­chi­gia della po­liz­za Kasko; in fase di pre­no­ta­zio­ne vi sarà ri­chie­sto se ac­cet­ta­te un sup­ple­men­to alla ta­rif­fa gior­na­lie­ra per can­cel­la­re la fran­chi­gia, che vi rac­co­man­dia­mo di ac­cet­ta­re, a scan­so di dif­fi­ci­li di­scus­sio­ni al rien­tro. Po­treb­be es­ser­ci anche una ta­rif­fa gior­na­lie­ra per l’as­si­cu­ra­zio­ne del con­du­cen­te, in caso di danni fi­si­ci nel corso del no­leg­gio: va­lu­ta­te bene le co­per­tu­re che già avete e il costo che vi viene pro­po­sto per­ché di so­li­to è ab­ba­stan­za van­tag­gio­so.

In­fi­ne, un altro con­si­glio ri­guar­da la ri­con­se­gna: me­glio or­ga­niz­zar­si per tempo e re­sti­tui­re il vei­co­lo du­ran­te le ore di aper­tu­ra del punto di no­leg­gio, con­trol­lan­do con l’ad­det­to lo stato del­l’au­to per evi­ta­re poi brut­te sor­pre­se nei gior­ni suc­ces­si­vi. Ri­cor­da­te, in­fi­ne, di fare il pieno di car­bu­ran­te: la pe­na­le in caso con­tra­rio può es­se­re dav­ve­ro molto sa­la­ta.

 

No­leg­gio: la pre­no­ta­zio­ne e il con­trat­to

Du­ran­te le va­can­ze au­men­ta­no le ri­chie­ste di auto a no­leg­gio: l’of­fer­ta nel set­to­re è molto ampia, con una forte con­cor­ren­za che per­met­te di ri­spar­mia­re, ma che na­scon­de al­cu­ne trap­po­le.

E’ pos­si­bi­le sce­glie­re tra pic­co­le or­ga­niz­za­zio­ni lo­ca­li di au­to­no­leg­gio op­pu­re le gran­di ca­te­ne con pre­no­ta­zio­ne cen­tra­liz­za­ta, idea­li se l’au­to serve come pro­se­gui­men­to del viag­gio in aereo o in treno.

Ecco, dun­que, a cosa pre­sta­re at­ten­zio­ne prima di no­leg­gia­re un’au­to:

In ge­ne­ra­le: la vet­tu­ra è co­per­ta da as­si­cu­ra­zio­ne RCA e Kasko, ma voi siete re­spon­sa­bi­li per even­tua­li danni che ec­ce­do­no la fran­chi­gia della po­liz­za Kasko; vi sarà ri­chie­sto se ac­cet­ta­te un sup­ple­men­to alla ta­rif­fa gior­na­lie­ra per can­cel­la­re la fran­chi­gia, che vi rac­co­man­dia­mo di ac­cet­ta­re, a scan­so di dif­fi­ci­li di­scus­sio­ni al rien­tro.

Vi sarà anche pro­po­sta una ta­rif­fa gior­na­lie­ra per l’as­si­cu­ra­zio­ne del con­du­cen­te, in caso di danni fi­si­ci nel corso del no­leg­gio: va­lu­ta­te bene le co­per­tu­re che già avete e il costo che vi viene pro­po­sto per­ché di so­li­to è ab­ba­stan­za van­tag­gio­so.

Per quan­to ri­guar­da la ri­con­se­gna, se è un punto di­ver­so da quel­lo di no­leg­gio vi potrà es­se­re ri­chie­sto uno spe­ci­fi­co sup­ple­men­to; inol­tre po­treb­be­ro es­se­re pre­vi­ste ta­rif­fe ac­ces­so­rie per seg­gio­li­no bimbo, ca­te­ne da neve, na­vi­ga­to­re (fate at­ten­zio­ne: il seg­gio­li­no bimbo deve es­se­re spe­ci­fi­ca­to nella pre­no­ta­zio­ne).

In­fi­ne se ri­con­se­gna­te la vet­tu­ra senza il pieno, è pre­vi­sto un costo ag­giun­ti­vo a quel­lo del car­bu­ran­te, salvo di­ver­si ac­cor­di con il no­leg­gia­to­re.

Alla pre­no­ta­zio­ne: siate molto pre­ci­si su luogo e data di ri­ti­ro e di ri­con­se­gna; chie­de­te cosa fare in caso di cam­bio di pro­gram­ma, a chi co­mu­ni­car­lo e a quale costo.

Siate anche molto pre­ci­si sul tipo di vei­co­lo che vi serve; le gran­di ca­te­ne of­fro­no una scel­ta molto ampia, ma non tutti i punti no­leg­gio hanno di­spo­ni­bi­le l’in­te­ra gamma, quin­di, se vi serve ad esem­pio una multi spa­zio, è bene che vi ac­cer­tia­te in tempo se è di­spo­ni­bi­le nel punto di no­leg­gio di ri­fe­ri­men­to. Ve­ri­fi­ca­te i cri­te­ri di am­mis­si­bi­li­tà del clien­te e dei gui­da­to­ri al­ter­na­ti­vi.

Vi sarà ri­chie­sto il nu­me­ro di una carta di cre­di­to, al quale ad­de­bi­ta­re even­tua­li pe­na­li, nel caso che non ri­ti­ria­te il vei­co­lo se­con­do pre­no­ta­zio­ne; è pras­si co­mu­ne che vi sia ri­chie­sto un an­ti­ci­po a va­le­re sul costo fi­na­le del no­leg­gio. Per ta­rif­fe “flat” vi può es­se­re chie­sto di ver­sa­re l’in­te­ro im­por­to, salvo con­gua­glio al rien­tro a cura del punto di no­leg­gio.

Ab­bia­te cura di chie­de­re e con­ser­va­re con cura la do­cu­men­ta­zio­ne della pre­no­ta­zio­ne (cosa avete pre­no­ta­to, quan­to pa­ga­to e a che ti­to­lo).

La re­la­zio­ne con­trat­tua­le: se state no­leg­gian­do come pri­va­ti con­su­ma­to­ri, il con­trat­to di no­leg­gio rien­tra nella ti­po­lo­gia di con­trat­to di ser­vi­zi ed è tu­te­la­to dal Co­di­ce del Con­su­mo.

Il pa­ga­men­to in con­tan­ti è nor­mal­men­te esclu­so, salvo il de­po­si­to di un cor­po­so an­ti­ci­po, che per legge non può su­pe­ra­re i 1.000 euro; il mezzo di pa­ga­men­to più uti­liz­za­to è la carta di cre­di­to, che sarà ve­ri­fi­ca­ta prima della firma del con­trat­to.

È pras­si co­mu­ne, che vi sia chie­sto di au­to­riz­za­re pre­ven­ti­va­men­te un fu­tu­ro ad­de­bi­to a ga­ran­zia di even­tua­li danni non co­per­ti dal­l’as­si­cu­ra­zio­ne; la vo­stra firma non ge­ne­ra un ad­de­bi­to, ma una spe­cie di im­pe­gno sul vo­stro conto: la banca non eroga de­na­ro, ma ab­bas­sa la di­spo­ni­bi­li­tà sul conto, fino a quan­do la somma non sarà in­cas­sa­ta come parte del costo del no­leg­gio o an­nul­la­ta, quin­di at­ten­zio­ne a non tro­var­vi sco­per­ti da di­spo­ni­bi­li­tà della carta du­ran­te le ago­gna­te va­can­ze.

Al mo­men­to del no­leg­gio, do­vre­te esi­bi­re pa­ten­te e do­cu­men­to di ri­co­no­sci­men­to, vo­stro e di ogni altro even­tua­le gui­da­to­re del vei­co­lo. Te­ne­te conto che ogni azien­da di no­leg­gio può le­git­ti­ma­men­te sta­bi­li­re cri­te­ri di am­mis­si­bi­li­tà del clien­te, quali età mi­ni­ma, età mas­si­ma, an­zia­ni­tà di pa­ten­te, e quin­di ri­fiu­ta­re il no­leg­gio se tali cri­te­ri non sono ri­spet­ta­ti.

In­fi­ne, se il tipo di vet­tu­ra che avete pre­no­ta­to non è di­spo­ni­bi­le e vi siete pre­sen­ta­ti nel ri­spet­to degli ac­cor­di di pre­no­ta­zio­ne, il punto ven­di­ta deve of­frir­vi un mezzo di ca­te­go­ria su­pe­rio­re alle stes­se con­di­zio­ni di quel­lo che avete pre­no­ta­to. At­ten­zio­ne però: se lo ac­cet­ta­te, non po­tre­te poi ri­ven­di­ca­re il mag­gior costo di car­bu­ran­te.

 

Noleggio senza rischi (il ritiro – l’utilizzo – la riconsegna)

No­leg­gio senza ri­schi (il ri­ti­ro – l’u­ti­liz­zo – la ri­con­se­gna)

No­leg­gia­re un’au­to, so­prat­tut­to in va­can­za, no­no­stan­te la co­mo­di­tà, può com­por­ta­re al­cu­ni ri­schi; ecco, dun­que, qual­che con­si­glio per il mo­men­to del ri­ti­ro, du­ran­te l’u­ti­liz­zo e al rien­tro:

Al ri­ti­ro: se non avete ac­cet­ta­to la can­cel­la­zio­ne della fran­chi­gia (Leggi a ri­guar­do “Auto a no­leg­gio: la pre­no­ta­zio­ne e il con­trat­to”), ispe­zio­na­te at­ten­ta­men­te l’e­ster­no del­l’au­to, per ve­ri­fi­ca­re even­tua­li danni a car­roz­ze­ria e cri­stal­li e, se del caso, fa­te­li ri­por­ta­re sul con­trat­to; ve­ri­fi­ca­te anche l’e­si­sten­za della ruota di scor­ta e degli at­trez­zi di bordo, sia per evi­ta­re con­te­sta­zio­ni al rien­tro e so­prat­tut­to per non tro­var­si nei guai.

Prima di par­ti­re, se non avete espe­rien­za con lo spe­ci­fi­co mo­del­lo, spen­de­te qual­che mi­nu­to per fa­mi­lia­riz­za­re con i co­man­di prin­ci­pa­li e le se­gna­la­zio­ni del qua­dro stru­men­ti; con­trol­la­te che l’in­di­ca­to­re di li­vel­lo car­bu­ran­te se­gna­li il pieno e ve­ri­fi­ca­te di avere sot­to­ma­no il nu­me­ro per le emer­gen­ze. Dopo que­sto ra­pi­do check siete pron­ti a met­ter­vi in viag­gio.

Du­ran­te l’u­ti­liz­zo: l’au­to no­leg­gia­ta è as­si­cu­ra­ta con­tro il furto e anche con­tro danni da col­li­sio­ne, ma se par­cheg­gia­te e ve ne an­da­te a spas­so con le chia­vi nel cru­scot­to, op­pu­re fate con­dur­re il vei­co­lo da un terzo non re­gi­stra­to e sbat­te con­tro un pa­ra­pet­to per ne­gli­gen­za o im­pe­ri­zia, la com­pa­gnia as­si­cu­ra­tri­ce po­treb­be ri­va­ler­si su di voi.

Uti­liz­za­te, dun­que, la nor­ma­le di­li­gen­za se usate il vei­co­lo per per­cor­ren­ze e tempo ap­prez­za­bi­le, con­trol­lan­do il li­vel­lo dei li­qui­di e la pres­sio­ne delle gomme.

Se avete un in­ci­den­te, che non bloc­ca il vei­co­lo, com­pi­la­te il mo­du­lo di con­sta­ta­zio­ne ami­che­vo­le (il CID) at­ten­ta­men­te, per con­se­gnar­lo al rien­tro; se l’in­ci­den­te bloc­ca il vei­co­lo chia­ma­te il nu­me­ro di emer­gen­za per il re­cu­pe­ro del vei­co­lo e la sua so­sti­tu­zio­ne per com­ple­ta­re il pe­rio­do di no­leg­gio.

Se ci sono fe­ri­ti o co­mun­que le­sio­ni (vo­stre o di altri), pre­oc­cu­pa­te­vi di avere la do­cu­men­ta­zio­ne me­di­ca re­la­ti­va per l’as­si­cu­ra­zio­ne.

Co­mun­que, in caso di in­ci­den­te, usate il vo­stro smart­pho­ne per fo­to­gra­fa­re la scena, i danni e il con­te­sto stra­da­le.

Al rien­tro: la­scia­te­vi un mar­gi­ne di tempo utile per la ri­con­se­gna del vei­co­lo; ar­ri­va­re tardi con l’ae­reo o il treno che sta per par­ti­re e quin­di la­scia­re le chia­vi in una cas­set­ta può es­se­re co­mo­do, ma vi espo­ne a ri­schi di pic­co­li abusi che non po­tre­te più con­trol­la­re.

La cosa mi­glio­re è or­ga­niz­zar­si per ri­con­se­gna­re il vei­co­lo nelle ore di aper­tu­ra del punto di no­leg­gio e far ac­cet­ta­re il vei­co­lo da un ad­det­to: even­tua­li danni do­vran­no es­ser­vi con­te­sta­ti, in­sie­me alle even­tua­li mo­da­li­tà di va­lo­riz­za­zio­ne degli stes­si. Ri­ce­ve­re­te fat­tu­ra per posta o email e l’ad­de­bi­to sulla vo­stra carta di cre­di­to.

Se in­ve­ce do­ve­te la­scia­re le chia­vi e cor­re­re, sa­reb­be buona cosa fo­to­gra­fa­re il vei­co­lo nel par­cheg­gio del punto di no­leg­gio per do­cu­men­tar­ne il rien­tro e l’as­sen­za di danni, op­pu­re l’e­sten­sio­ne dei me­de­si­mi.

No­leg­gio: come evi­ta­re sor­pre­se al rien­tro

Fi­ni­te le va­can­ze e ri­con­se­gna­ta l’au­to a no­leg­gio, avete 60 gior­ni nei quali po­tre­ste ri­ce­ve­re una ri­chie­sta per danni: il pre­ven­ti­vo deve es­se­re cir­co­stan­zia­to e do­cu­men­ta­to con fo­to­gra­fie, che po­tre­te uti­liz­za­re per una va­lu­ta­zio­ne dal vo­stro car­roz­zie­re di fi­du­cia sulla con­grui­tà del pre­ven­ti­vo stes­so.

Se siete certi che nes­sun danno era vi­si­bi­le alla ri­con­se­gna (per que­sto sa­reb­be bene fare al­cu­ne foto del vei­co­lo. Leggi a ri­guar­do “No­leg­gio senza ri­schi (il ri­ti­ro – l’u­ti­liz­zo – la ri­con­se­gna), con­te­sta­te il pre­ven­ti­vo e dif­fi­da­te il punto di no­leg­gio ad ad­de­bi­ta­re al­cun­ché sulla vo­stra carta di cre­di­to; av­ver­ti­te pre­ven­ti­va­men­te la banca che ge­sti­sce la vo­stra carta che po­tre­ste dover di­sco­no­sce­re degli ad­de­bi­ti non do­vu­ti da parte del punto di no­leg­gio.

Entro i 120 gior­ni circa dalla ri­con­se­gna, po­tre­ste ri­ce­ve­re ri­chie­sta di rim­bor­so di multe no­ti­fi­ca­te al­l’a­zien­da di no­leg­gio per in­fra­zio­ni ri­le­va­te du­ran­te il pe­rio­do del vo­stro no­leg­gio; vi de­vo­no in­via­re copia del ver­ba­le e do­ve­te ve­ri­fi­ca­re se lo stes­so è stato no­ti­fi­ca­to entro i 90 gior­ni dalla data del­l’in­fra­zio­ne.

Se è stato no­ti­fi­ca­to dopo i 90 gior­ni, l’A­zien­da di no­leg­gio non deve pa­ga­re e na­tu­ral­men­te nean­che voi e quin­di ri­spe­di­te il tutto al mit­ten­te; se in­ve­ce è stata no­ti­fi­ca­ta entro i ter­mi­ni, do­ve­te pa­ga­re, a meno che non pos­sia­te for­ni­re prove certe del­l’in­fon­da­tez­za della multa per per­met­te­re al­l’A­zien­da di no­leg­gio di fare ri­cor­so.

Se la multa pre­ve­de de­cur­ta­zio­ne di punti, la no­ti­fi­ca ar­ri­va di­ret­ta­men­te a voi per­ché l’A­zien­da di no­leg­gio avrà no­ti­fi­ca­to, alla ri­ce­zio­ne del ver­ba­le, i vo­stri dati come con­du­cen­te del vei­co­lo al mo­men­to del­l’in­fra­zio­ne e do­vre­te ve­der­ve­la voi di­ret­ta­men­te con l’am­mi­ni­stra­zio­ne che ha emes­so il ver­ba­le.

 

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *