Riportare prodotti agro-alimentari dalle vacanze: il vademecum della Commissione Europea

Guida

logo europe direct umbria cesarSempre più spesso decidiamo di riportate dalle vacanze come souvenir prodotti agro-alimentari.
Il desiderio di far assaggiare ai nostri cari dei cibi che abbiamo mangiato ed apprezzato in vacanza, ci porta spesso ad acquistare molti prodotti alimentari. Ma siamo sicuri che questi prodotti possono entrare nel nostro paese?
Per quanto riguarda i prodotti acquistati e riportati da paesi appartenenti all’Unione Europea e da altri paesi come Andorra, Liechtenstein, Norvegia, San Marino e Svizzera non ci sono limitazioni. E’ invece illegale rientrare nel proprio paese dalla maggior parte degli Stati che non fanno parte dell’UE portando con se prodotti a base di carne e latticini.
Ci sono però delle eccezioni: ad esempio dalla Groenlandia o dall’Islanda si possono riportare fino a 10 kg di alcuni prodotti di origine animale, latte in polvere per lattanti, preparazioni alimentari per bambini e alimenti speciali (anche per animali da compagnia) necessari per motivi sanitari. Per essere trasportati, questi alimenti devono essere in confezioni sigillate, non pesare più di 2 kg, né richiedere refrigerazione prima di essere aperti. Si possono inoltre riportare, sempre dalla Groenlandia, alcuni prodotti ittici per un peso massimo di 10 kg. Per altri alimenti di origine animale, come il miele, il limite è di 2 kg.
Per quanto riguarda poi gli alcolici, quando si rientra in UE non si può riportare più di 1 litro di superalcolici (con volume superiore al 22%), o 2 litri di vino liquoroso o spumante, o 4 litri di vino fermo, o 16 litri di birra.
Tutto questo lo ritrovate nel vademecum “Viaggiare in Europa”, pubblicato dalla Commissione Europea: tale guida ci offre anche utili informazioni sui diritti dei cittadini, sull’assistenza sanitaria, sui documenti necessari ed anche su come viaggiare con i propri amici a quattro zampe oppure su dove è possibile utilizzare l’Euro. La pubblicazione può essere scaricata in formato pdf oppure viene inviata gratuitamente a casa.

Per saperne di più :
http://bookshop.europa.eu/it/viaggiare-in-europa-2015-2016-pbNA0414849/

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *