I comparatori di prezzo dicono la verità?

comparatore

Anche voi usate i comparatori o le app per trovare prodotti o servizi al miglior prezzo? Sono strumenti ormai molto diffusi e senza dubbio possono semplificarci la vita quando cerchiamo un volo, un hotel, ma anche un prodotto dell’elettronica, piuttosto che un nuovo conto corrente, un mutuo, l’assicurazione per la nostra auto.

Naturalmente quando navighiamo questi siti, ci assale un dubbio: le informazioni che stiamo ricevendo sono corrette? Davvero possiamo fidarci del comparatore? Il fornitore che ci è segnalato dal sito è realmente il più economico ed affidabile? La pubblicità non fa altro che presentarci nuovi operatori di un settore che ci sembra sempre più infestato dal marketing…

Il tema è così interessante per i consumatori che la Commissione Europea ha appena presentato un studio sui comparatori che delinea un quadro di luci ed ombre: sembrerebbe infatti che circa due terzi dei consumatori (65%) incontra difficoltà utilizzando questi strumenti a causa dell’incompletezza delle informazioni. Solo il 28% dei siti analizzati fornisce spiegazioni su come nasce la classifica dei prodotti esaminati e solo il 40% informa su come si finanzia lo stesso comparatore.

Il tema, evidentemente, è proprio quello del grado di trasparenza assicurato da questi strumenti e i dati raccolti dalla UE non sono incoraggianti: solo uno su dieci dei comparatori sotto osservazione fornisce informazioni sulla copertura del mercato preso in esame e nemmeno uno su cinque spiega la frequenza con la quale sono aggiornati i dati.

Dallo studio della Commissione Europea emerge che il mondo dei comparatori è ormai un vero e proprio business: degli oltre mille tools esaminati (tra siti web e app) va notato, infatti, che l’84% è gestito da soggetti privati e solo pochissimi sono invece realizzati da Autorità di controllo o Associazioni dei consumatori.

Da parte nostra, sul sito dell’Unione Nazionale Consumatori abbiamo di recente pubblicato il link al comparatore “certificato” da AGCOM per i servizi telefonici. Un piccolo passo per aiutare i consumatori a capire come orientare le proprie scelte. Ma nel mondo digitale, fatto di classifiche, recensioni e ranking, i consumatori mi sembrano ancora privi di una vera bussola.

E voi usate i comparatori? Vi fidate? Casi da segnalare?

Autore: Massimiliano Dona

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *