CARNEVALE: come divertirsi in sicurezza

festa-carnevale

Nei giorni più caldi del Carnevale, tra maschere, coriandoli e schiume colorate, non dimentichiamoci della sicurezza per i più piccoli. Ecco i consigli dell’Unione Nazionale Consumatori.

 “A Carnevale divertiamoci in sicurezza”.

E’ questo il monito dell’Unione Nazionale Consumatori Umbria, in questi giorni di festa per i più piccoli, ma non solo.

Attenzione alle maschere di Carnevale  è bene controllare che non abbiano bordi taglienti e parti acuminate e che lascino un’apertura sul volto tale da evitare il rischio di soffocamento; se poi si sceglie di indossare parrucche, costumi o barbe finte bisogna sempre leggere con attenzione le etichette per controllare che non vi sia il rischio di infiammabilità.

Per quanto riguarda l’utilizzo di bombolette spray di schiume colorate e stelle filanti ricordiamo che, seppur attraggono tanto i più piccoli, non sono adatte a loro. Anche se spesso al supermercato le troviamo sugli scaffali insieme a maschere e coriandoli, non si tratta infatti di giocattoli perché solitamente non hanno superato le prove di sicurezza riguardanti l’assenza di sostanze che possono irritare gli occhi. E’ dunque fondamentale una costante supervisione dei genitori non solo per evitare  il contatto con gli occhi, ma anche che la schiuma venga spruzzata su persone e vestiti, perché potrebbe comunque raggiungere il volto.

Attenzione anche ai classici ‘trucchi’ usati nel mascheramento, come fondotinta e rossetti diffidiamo di cosmetici di bassa qualità, magari acquistati sulle bancarelle, perché potrebbero provocare allergie e irritazioni alla pelle, soprattutto se si considera che quella dei bambini è particolarmente delicata. Insomma seguendo alcune precauzioni e un po’ di buon senso, a Carnevale ci si può divertire in sicurezza!

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *