Carburanti… nuova salita senza discese?

pompa-benzina

Raffica di rincari negli ultimi giorni presso i distributori di carburante in Umbria: la crescita dei prezzi appare eccessivamente veloce rispetto all’aumento delle quotazioni internazionali del petrolio. Come sempre, ad un lento calo del prezzo corrisponde ora un aumento veloce dello stesso.

Gli Associati dell’Unione Nazionale Consumatori Umbria lo stanno demnunciando presso i nostri sportelli infomrmativi, anche le c.d. “pompe bianche senza marchio” hanno subito i medesimi aumenti, anche se in maniera più contenuta, tanto che risultano ancora maggiormente convenienti.

Un litro di benzina costa oggi mediamente 1,521 euro, il gasolio 1,420 euro, sottolineano i nostri Associati.

Prezzi saliti rapidamente nell’arco di pochi giorni; basti pensare che solo poche settimane fa in molti distributori umbri la verde era scesa al di sotto di 1,390 euro al litro ed il gasolio si poteva trovare anche a meno di 1,310 euro: i rincari dei listini appaiono eccessivi e non proporzionati all’andamento del petrolio.

“Per tale motivo richiediamo a tutte le Istituzioni, sia nazionali che locali, di intervenire, allo scopo di monitorare e frenare eventuali anomalie nella formazione dei listini”, sottolinea il Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Umbria, Avv. Damiano Marinelli, che porterà tale istanza anche presso le sedi Nazionali, come Consigliere Nazionale dell’UNC.

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *