Antibiotico? Si grazie, ma….

logo europe direct umbria cesar

Quando si assumo antibiotici si deve farlo in modo consapevole. Dobbiamo sempre seguire le indicazioni del medico sull’assunzione degli antibiotici, se possibile, prevenire le infezioni attraverso le vaccinazioni, lavarsi sempre le mani e assicurarsi che anche i bambini lo facciano, ad esempio dopo aver starnutito o tossito e prima di toccare cose o persone, usare solo gli antibiotici specificamente prescritti dal medico e non gli antibiotici rimasti da una terapia precedente oppure ottenuti senza ricetta. Queste sono alcune delle indicazioni proposte dal Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (European Centre for Disease and Contro, ECDC), che ogni anno organizza il 18 novembre, “La Giornata europea degli Antibiotici”, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini ad un uso più moderato degli antibiotici, così da poter contribuire a fermare l’insorgenza dei batteri resistenti. Le analisi condotte in parallelo dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, (European Food Safety Authority, EFSA) e l’ECDC hanno rilevato che alcuni batteri di origine animale, come per esempio la Salmonella o la meno nota Campylobacter, presentano una significativa resistenza ai comuni antimicrobici. I dati più recenti confermano che nell’Unione Europea il numero di pazienti infetti da batteri resistenti è in aumento, determinando una vera minaccia per la salute pubblica. La causa di questa resistenza è stata attribuita all’utilizzo “improprio” di antibiotici negli animali e negli umani. Attenzione quindi a non abusarne. Seguendo le raccomandazioni del EDCD potremo inoltre così garantire alle generazioni future la possibilità di utilizzare antibiotici efficaci. http://ecdc.europa.eu/it/eaad/Pages/Home.aspx

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *